Come scegliere le sedie vintage

Partiamo dicendovi che rientrano nella categoria vintage tutte quelle sedie o sgabelli che, in base all’anno corrente va a ritroso di oltre vent’anni.
Negli anni 50 vi erano sedie vintage in stile arte povera, caratterizzate da una notevole pesantezza e dalla seduta in paglia intrecciata o in legno, queste venivano realizzate in ferro battuto o legno massiccio ed erano squadrate.
Negli anni 60 invece vennero realizzate in forme particolari ed eccentriche con gli schienali arrotondati e le sedute ampie, questo fu anche il periodo boom dei colori e della sperimentazione di nuovi materiali.
Negli anni 70 invece va scomparendo l’eccentricità per dare spazio a forme nettamente più minimali e lineari, questi sono gli anni in cui iniziano a diffondersi le sedie pieghevoli e quelle monoscocca.
Gli anni 80 e 90 erano caratterizzati dall’arte contemporanea e minimalista con un’unico obiettivo, quello di diventare sempre più un oggetto moderno, pratico, essenziale ma soprattutto funzionale.
Ai gironi nostri le sedie vintage sono caratterizzate da strutture in acciaio accostate a plastica e legno con colorazioni principalmente bianche o nere.

fonte www.myhomestyle.it

Articolo creato 3

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto